Che rabbia se penso a De Boer!

Già, che rabbia! Tre mesi gettati al vento, una Inter completamente fuori giri: senza gioco, calciatori fuori condizione e tanta, tanta delusione nei tifosi. E tutto questo grazie a quel piccoletto di Eric Thohir che decide di cacciare, a dieci giorni dall’inizio del campionato, Roberto Mancini. Thohir che persino i gatti neri di Milano quando sanno che arriva scappano tutti in campagna per timore che succeda loro qualche “incidente”, l’ha fatta davvero grossa.Quell’esonero è costato all’Inter la stagione. Oggi recuperare tutti quei punti persi nei confronti di Juventus, Roma, Napoli e Lazio non è impresa facile, anzi.

Anche se la matematica non condanna ancora i nerazzurri per la conquista del preleminare Champion, la strada è davvero in salita. Non dobbiamo farci illusioni dopo il successo ottenuto a Cagliari, ora ci aspetta un avversario temibile come l’Atalanta del Gasp: squadra giovane che gioca un bel calcio e che già all’andata, a San Siro, si aggiudicò l’intera posta. L’Atalanta, a mio giudizio, è il crocevia verso la conquista del posto in Europa, l’Europa che conta. Fallire questo match significa consegnare ad altri quel prestigioso traguardo.

Attualmente, devo dirlo, la squadra mi sembra stia attraversando un buon momento anche sotto il profilo salute. Stanno tutti bene e il merito di ciò va dato a Stefano Pioli, il tecnico che ha saputo rimediare ai disastri di Frank De Boer e di quel pressapochista di Erick Thohir. Non so se Pioli sarà confermato la prossima stagione, le voci di mercato mi dicono che la proprietà cinese si è già mossa per portare ad Appiano Gentile uno dei migliori allenatori al mondo e cioè quell’Antonio Conte, attualmente capolista con il Chelsea in Premier league. L’offerrta di Suningè di quelle che fanno girare la testa e ti offuscano la mente. In buona sostanza a Conte è stato proposto un contratto di quattro anni a 15 milioni di euro a stagione (60 milioni in totale) e il club mette a disposizione del tecnico qualcosa come 400 milioni di euro per fare la campagna acquisti! Che ne dite?

L’offerta è vera, i contatti sono stati presi e il programma della Società è stato messo nelle mani del tecnico leccese: ora sta a lui decidere. Personalmente e me ne dolgo, l’operazione è molto difficile che vada in porto. Conte ha un buon contratto con il Chelsea e strapparlo da Abramovich è molto difficile. Si parla, fra l’altro, di una clausola rescissoria di circa 30 milioni di euro. Mica bruscolini. Certo che se il colosso cinese volesse a tutti i costi Conte non avrebbe alcun problema a mettere sul tavolo anche questi 30 milioni….interisti incrociamo le dita!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *