Elio Corno Nasce a Milano il 25 aprile 1946 Dopo gli studi classici (elementari, medie, liceo e università – lettere e filosofia) ha intrapreso la carriera giornalistica presso il trisettimanale “Lo Sportsman”, giornale di settore che trattava e tratta le corse ippiche. A 20 anni il grande salto: entra in via Solforino, civico 28. Il Tempio del giornalismo! Correva l’anno 1966. Come praticante-giornalista scrive per le cronache sportive del: “Corriere della Sera” e “Corriere d’Informazione”. Professionista nel ’75 manda alle stampe il primo libro dedicato alla sua squadra del cuore “Cara Inter”, una raccolta di lettere d’amore inviate dai Vip di allora. Poco dopo arriva anche un volume che narra dell’impresa-scudetto del Verona. Dal “Corriere” alla “Gazzetta dello Sport” diretta dal più grande giornalista sportivo di sempre, Gino Palumbo: Un maestro di vita e di lavoro. In quegli anni la “rosea” ha vissuto il periodo più luminoso mai registrato per un quotidiano sportivo. Sotto la guida di Palumbo si era formata una redazione di “grandi firme”: Rovelli, Mulinacci, Mentana, il babbo di “Mitraglietta-Enrico”, Cerutti, De Felice, Beccantini, tanto per citare i più noti….professionisti con la “P” maiuscola. Dalla Gazzetta dello Sport a “il Giornale” di Indro Montanelli. Correva l’Anno1986! Anno di Grazia. In via Negri, civico 4, ha trascorso ben 15 anni per concludere la carriera professionale nel maggio del 2003 come redattore-capo dello sport, all’età di 57 anni.

… oggi Non lascia!

Ed è tuttora in onda su 7Gold, circuito nazionale.