Articoli

La vendetta di Kondo!

di elio corno

Il Derby voluto da Silvio Belusconi, in memoria del padre Luigi, l’ha vinto, come saprete già, l’Inter dei baby. Trovo questo successo importante per due ragioni principali. La prima è che il Milan ha perso e la seconda che ha visto quale match-winner un certo Kondogbia. Vi ricordate che cosa ebbe a dire “Berluscao” a proposito di questo giocatore? No? Non importa ve lo ricordo io. Disse: “…visto il rendimento, forse, abbiamo fatto bene a non prenderlo”. Che bella rosicata in casa Milan l’altra sera quando il nostro centrocampista ha “sparato” in porta il missile che ha segnato la gara. Per quanto mi riguarda, Kondo anche se non segna più fino al prossimo derby mi va bene, benissimo.

Questi del Milan non conoscono vergogna, tutti, nessuno escluso anche coloro che scrivono sui giornali e vanno in tv a “difendere” la causa rossonera persino quando la stessa risulta essere indifendibile. Un po’ come fanno gli juventini. La “scuola-Milan” ha fatto seguaci. Ma torniamo ad occuparci di cose serie. Kondogbia sta crescendo giornata dopo giornata, credo sia stato un acquisto (caro, non c’è che dire, ndr) importante e, sono sicuro, ripagherà la fiducia dei tifosi e della società. Kondogbia non è un goleador, sia chiaro, ma è un uomo di sostanza che nel Monaco costituiva la forza di quel centrocampo che seppe conquistare la qualificazione alla Champions. Il Milan lo voleva ed era arrivato ad offrire tanti milioni, ma ha perso l’asta. Ha vinto Roberto Mancini, ha vinto l’Inter e questo deve riempire d’orgoglio il mondo interista

firma_elio_Trasparente